Onde d'urto

Cosa sono perché si utilizzano?

Le onde d'urto in sigla ESWT dall'inglese Extracorporeal ShockWave Therapy è un trattamento proposto prevalentemente in terapia fisica, medicina dello sport e ortopedia, per disturbi muscolo-scheletrici.
Le indicazioni più comuni comprendono: spalla dolorosa, epicondilite, tendiniti, calcificazioni, esostosi, problemi di guarigione delle fratture. Ne esistono di due tipi: onde d'urto radiali e onde d'urto focali. Si differenziano l'una dall'altra oltre per il sistema di funzionamento e per la specificità con la quale riescono a colpire il bersaglio.

Come funzionano?

Dal punto di vista fisico, le onde d'urto sono delle onde acustiche, ovvero impulsi sonori, caratterizzati da una particolare morfologia d'onda che si traduce in una stimolazione meccanica diretta sul bersaglio da trattare. Esse sono generate, in sequenza rapida e ripetuta, da apposite apparecchiature, all'interno di un mezzo acquoso e poi convogliate su un punto, il fuoco, che è il bersaglio oggetto di trattamento: ogni singola onda è data da un rapidissimo picco di pressione positiva e seguito da una fase, di poco meno rapida, di pressione negativa. Questo meccanismo consente di trasmettere la quantità di energia desiderata alla profondità desiderata, a seconda dell'effetto terapeutico che si vuole ottenere.

 

Hai domande? Non esitare a contattarci.